10 CIBI DA NON CONSERVARE IN FRIGORIFERO:

 10 CIBI DA NON CONSERVARE IN FRIGORIFEROMolti cibi se conservati in frigorifero mantengono le loro proprietà organolettiche e nutrizionali e durano più a lungo, ma non per tutti è così.

Quali cibi è consigliabile non conservare in frigorifero?

Eccone alcuni…

 

1) Cipolle

Se le cipolle sono ancora integre è bene non conservarle in frigorifero in quanto l’umidità presente le ammolla, se invece sono già tagliate si possono avvolgere in una pellicola e riporre solo per qualche giorno in frigorifero.

Meglio riporle al buio, in dispensa o in cantina, all’interno di sacchetti di carta o di cassette di legno ma attenzione lontano dalle patate per evitare che germoglino prima.

2) Patate

Sconsigliamo di conservare le patate in frigorifero poiché non è per nulla necessario. Inoltre, le temperature inadeguate e l’umidità potrebbero alterarne il sapore e la consistenza. Meglio riporle a in cantina o in dispensa ma lontano dalle cipolle.

3) Aglio

L’aglio non va conservato in frigorifero. L’umidità è dannosa e lo può rovinare, facendolo diventare molle e gommoso.

Conservatelo in cantina o in dispensa, meglio se in sacchetti di carta ben chiusi, per non farlo germogliare. Vecchi rimedi ed usanze non sbagliano e le nostre nonne lo conservavano in scatole di acciaio.

4) Caffè

Bel dilemma! Alcuni preferiscono conservare il caffè in polvere in frigorifero, sostenendo che una volta pronto abbia un sapore migliore. Non dimenticate però che Il caffè in polvere assorbe i cattivi odori.

In qualunque modo decidiate di conservarlo ricordatevi di usare un contenitore ermetico per preservarlo da umidità e cattivi odori.

5) Banane

le banane come fichi, cachi, kiwi, mele, meloni, pere, pesche e pomodori, sono dei frutti climaterici, ovvero continuano la loro maturazione anche dopo essere stati staccati dalla pianta, ecco perché sarebbe meglio, per non interromperne la maturazione, non conservarli in frigorifero.

Attenzione però! L’etilene, l’ormone responsabile della maturazione, non solo viene autoprodotto, ma la vicinanza con altri frutti ne aumenta i livelli accelerando così il processo di maturazione ed invecchiamento del frutto.

6) Miele

l miele, a differenza delle confetture di frutta e marmellate, anche una volta aperto è meglio non conservarlo in frigorifero, infatti il pericolo è che la la temperatura del frigo faciliti la cristallizzazione degli zuccheri e alteri la consistenza del prodotto. A lungo andare potrebbe risultare difficile estrarlo dal barattolo.

7) Melone

Meglio non conservare il melone intero nel frigorifero perché, secondo alcune ricerche, i livelli di antiossidanti all’interno del frutto rimangono inalterati a temperatura ambiente.

Potete invece conservare le fette di melone già tagliato per non più di un giorno nel frigorifero.

8) Pane

Mai conservarlo nel frigorifero, piuttosto mettetelo nel congelatore. L’ambiente del frigo accelera il processo di degradazione di questo alimento alterandone la consistenza e il sapore.

Conservate il pane fresco, nel porta-pane o in un sacchetto di carta. Il pane fatto in casa con la pasta madre dura di più. Lo potrete riporre in un sacchetto di carta oppure avvolgerlo in un telo asciutto per qualche giorno.

9) Fragole e frutti di bosco

Non conservateli in frigorifero quest’ultimo ne può alterare il sapore, meglio conservarli fuori a temperatura ambiente per evitare che si formino muffe.

10) Mele

Le mele si conservano già a lungo fuori dal frigorifero, anche due o tre settimane.

Altri frutti e ortaggi come pesche, prugne, avocado e pomodori, al contrario di ciò che a volte si crede, andrebbero conservati fuori dal frigorifero affinché maturino senza problemi e mantengano al meglio la loro consistenza e il loro sapore. Per quanto riguarda le erbe aromatiche fresche, non vanno conservate ma subito utilizzate, un alternativa valida è quelle di congelarle.